Allevamento – Jack Russell Terrier – Jackrussell4you

Allevamento esclusivo per la selezione del Jack Russell Terrier

Info. jack russell terrier

SCELTA DEL NOME:

arivo

è preferibile dare al nostro Jack un nome breve in quanto riuscira’ ad assimilarlo molto piu’ velocemente e sara’ piu’ pratico per comunicare con lui

PUO’ USCIRE IL CUCCIOLO PRIMA DELLE VACINAZIONI:

arivo

spesso si consiglia di non portare fuori il cucciolo prima della 2° vaccinazione, ricordiamoci però che più esperienze lui vivrà più sarà motivato, pieno di fiducia e a suo agio, ad esempio se non ha mai visto un motorino oppure un’auto potrebbe andare completamente in panico tentando di scappare oppure di aggredirlo.

Il nostro consiglio è invece quello di portarlo fuori perchè, più cose diverse vedrà il cucciolo tra il 2° ed il 3° mese di vita e più esperienze farà, tanto più imparerà ad affrontare in modo forte la sua esistenza, facendo naturalmente attenzione a che non entri in contatto con escrementi di altri cani.

Addestramento del nostro cucciolo di jack russell terrier:

obedienza

Si può cominciare ad educare il jack fin da piccolo: un cucciolo di soli due mesi è molto ricettivo ed è già in grado di apprendere i principi basilari. E importante che l’educazione inizi non appena il nuovo ospite giunge a casa e che sia impartita in prospettiva del c

ane che si vuole avere da adulto.

STABILIRE UN RAPPORTO GERARCHICO

 

Il jack per istinto cerca nel suo nucleo, sia animale che umano, un capo del branco: il padrone deve affermarsi come tale ed il cane, riconosciuta la sua autorità, sarà disposto ad accettare gli ordini da lui impartiti. La posizione dominante del padrone deve essere riconoscibile da alcuni comportamenti, come il precedere il jack nell�attraversare le porte, mangiare prima di lui e scegliere i posti della casa dove il cane può stare; è importante anche non subire le iniziative del cane siano esse di gioco o di altro genere.

L‘educazione in famiglia .

Tutti i componenti del nucleo familiare presenti nella casa dove viene accolto il cucciolo devono concorrere alla sua educazione. E’ fondamentale che ciò avvenga in maniera omogenea e che non si creino situazioni in cui un familiare sia più “buono” ed uno più “cattivo” o che uno contraddica con un suo ordine l’altro; questo non fa che disorientare il cane che non sa più a chi deve dare retta.

IMPARARE GIOCANDO

Se s’insegnano i comandi fondamentali e le regole principali attraverso il gioco il jack le apprenderà più velocemente. Non bisogna forzare l’animale ma cercare di educarlo quando è disponibile; il gioco aiuta molto perché fa in modo che il cane apprenda senza che questo diventi per lui una sorta di lavoro.

RICOMPENSE E PUNIZIONI

Il principio della ricompensa e della punizione è alla base dell’educazione del cane. Sia la ricompensa che la punizione hanno un senso se impartite nell’immediatezza dell’azione del jack, altrimenti quest’ultimo non assocerà quello che ha fatto a quello che ha ricevuto. E’ consigliabile mantenere una certa costanza nei premi come nelle punizioni e fare in modo che una stessa azione sia lodata o condannata in ogni momento da chi è responsabile dell’educazione.

IL PRIMO VIAGGIO

Il viaggio dall’allevamento a casa è quasi sempre stressante per il cane, è bene sapere che alcuni cuccioli soffrono il mal d’auto.

Non bisogna lasciarlo libero nel vano posteriore poiché potrebbe farsi male. Per farlo sentire a suo agio è consigliabile che un membro della famiglia lo tenga in braccio. Se siamo soli è consigliabile un trasportino contenente uno straccio preventivamente strofinato nella cuccia dell’allevamento così che il cucciolo possa sentire un odore familiare. Un viaggio traumatizzante potrebbe portare ad un cane che soffre il mal d’auto per tutta la vita. Se il cucciolo mostra sintomi di mal d’auto, respirazione affannosa e bava alla bocca, è bene fermarsi e fare scendere il cucciolo dall’auto in modo che si tranquillizzi

PRIMA DI RITIRARE IL CUCCIOLO:

* Accordarsi sull’orario in modo che il piccolo possa essere tenuto a digiuno.

* Portare della carta assorbente così da poter ripulire l’auto da eventuali “guai” combinati dal cucciolo.

ACCOGLIENZA A CASA

* Quando il cucciolo entrerà in casa dovrà trovare un luogo a lui riservato: una cuccia o una brandina, due ciotole (preferibilmente in acciaio) e qualche giocattolo per cani.

* Arrivato a casa il cucciolo esplorerà il nuovo ambiente, lasciamolo annusare, deve prendere confidenza con ciò che lo circonda.

* Nel caso in cui il cucciolo inizi a piangere, coccoliamolo e rassicuriamolo con voce dolce.

* Il piccolo mostrerà subito il suo temperamento: non permettiamogli però di esagerare, rivoluzionandoci la casa. Facciamogli capire subito quali sono i limiti da non valicare.

COME SOLLEVARE IL CUCCIOLO

* Non sollevare il cucciolo per le zampe e neppure per il collo. Fate attenzione se in famiglia ci sono bambini che tendono a prenderlo nel modo sbagliato: sollevandolo solo per le zampe anteriori si rischia di causare lo “scollamento” dei gomiti. Il modo corretto è mettere una mano sul petto e l’altra sotto al sedere.

IL BAGNETTO

L’operazione fondamentale per l’igiene m soprattutto per eliminare gli odori dal cane è il bagno. Non esistono regole precise per la frequenza con cui lavare il jackino, ma se lui vive in casa lo si puo’ fare all’incirca ogni due mesi. Deve essere abituato progressivamente fin da cucciolo, ovviamente dopo che avrà effettuato tutte le vaccinazioni e, se si ricorre alla doccia, sarà opportuno avvicinarlo gradualmente all’acqua perché non si spaventi per il rumore dello scroscio. L’acqua deve essere tiepida. Conviene usare un sapone leggero o uno shampoo per cani, non vanno bene i saponi per umani, neanche se delicati, perché se per l’uomo il PH è leggermente acido e cioè 5.5 nei cani il PH è neutro e cioè 7 quindi utilizzando shampoo non appositamente studiati si rischia di provocare nel cane delle dermatiti.

Per una pulizia rapida, quando si sia nell’impossibilità di sottoporlo una vera e propria doccia, si possono usare anche shampoo secchi in polvere che però non per­mettono mai di ottenere un buon risultato, specialmente se è molto sporco.

COME AGIRE

• E opportuno essere in due persone e coprirsi bene con un grembiule perché  quando e bagnato tende a scrollarsi l’acqua di dosso.

Conviene immergerlo  nella vasca da bagno o, d’ estate all’aperto, in una tinozza o in una piscina per bimbi.

Lo si bagna con la doccia di acqua tiepida o con un getto moderato o con un secchiello

• Per insaponarlo cominciare dai quarti posteriori per procedere poi verso la testa. E consigliabile proteggere gli orecchi con un batuffolo di cotone

ed evitare che il sapone penetri negli occhi.

Il jack russell e il tartufo.- Grazie al suo fiuto, il nostro amico a quattro zampe riesce a percepire ciò che è nascosto sotto il terreno nei boschi.

E’ necessario, però, un adeguato addestramento. Il cane deve imparare a riconoscere l’odore del tartufo e segnalare il ritrovamento iniziando a scavare. Il proprietario fa il resto, finendo lo scavo e, con una certa trepidazione, aspettando di vedere cosa il suo fedele amico ha scovato.

A questo punto arriva un momento fondamentale: quello del premio. Il tuo jack aspetta con ansia  il contentino; impara subito che trovare i tartufi significa ottenere in contropartita gustosi pezzi di salsiccia o altro.

IL JACK RUSSEL TERRIER E L’ACQUA

L’acqua,elemento fondamentale del nostro pianeta e’ ancke elemento di curiosita’ per il nos jack russell t , non posso dire di aver visto jack russell disdegnare l’acqua ,ma ci sono sicuramente alcuni sggetti che la amano, la cercano e la desideraso, ne hanno bisogno,in una scala di valori da 1 a 10 porrei il jack russell a partire da 3, un interesse non proprio esaltante per arrivare a dieci in alcuni soggetti (amore per l’acqua etutti i giochi che ne derivano,nel nos allevamento abbiamo in questo momento alcuni soggetti molto curiosi nei riguardi dell’acqua ed una cagnina”Merybell”che adora letteralmente l’acqua ,stiamo pensando di installare una piccola piscina per lei e per chi altri vorra ‘ usufruirne,lo dico a tutti i possessori di jack russell,cercate di capire se al vostro jack piace l’acqua e se cosi,almeno ogni tanto ,fate in modo di portarlo dove potra’ divertisi a sguazzare,sara’ un divertimento anche per voi ed avrete un jack piu’ rilassato e beato. Ciao

SCELTA DELL’ ALLEVATORE

L’ allevatore ha una grande influenza sul benessere del tuo futuro cucciolo,quindi preparati a fare alcune domande che ti aiuteranno a prendere una decisione consapevole.

Oltre laspetto fisico chiedi e valuta il temperamento dei genitori del jackino ,entrambi i genitori sono sani? informati sulla presenza di problemi di qualsivoglia genere nella cucciolata o cucciolata precedente,chiedi il tipo di socializzazione a cui sono stati sottoposti i cuccioli fino ad oggi,informati sulle modalita’ ed il tipo di alimentazione,e chiedi consiglio su come comportarti dopo lo svezzamento,chiedi anche delle sverminazioni e delle vaccinazioni.

IL CUCCIOLO

Quando incontrerai il tuo jackino probabilmente questo avra’ circa 8 settimane,con l’aiuto della mamma dell’allevatore ed il gioco con i fratellini avra’ gia’ compiuto alcuni passi importanti per diventare un cane socievole ed equilibrato.Inquesto periodo il jackino avroa’superato 4 fasi principali,passando dalla completa dipendenza ,dalla madre ai primi fondamenti di socializzazione canina.

PERIODO NATALE

Nei primi gg di vita il cucciolo dipende completamente dalla madre,che lo nutre e lo riscalda,l’allevatore lo tratta con cura,introducendolo delicatamente al contatto umano per aiutarlo a familiarizzarvi in futuro.

PERIODO DI TRANSIZIONE

(2/3 settimane) Le funzioni sensoriali e motorie si sviluppano rapidamente mentre i cambiamenti che si sviluppano a livello fisico permettono al cucciolo di vedere,odorare,sentire gustare e toccare la prima volta il mondo che lo circonda.Prima strisciando poi barcollando,entro la fine di questo periodo il cucciolo inpara a camminare.L’allevatore deve garantire che l’area occupata dal cucciolo sia abbastanza grande per permettergli di allontanarsi per fare i propri bisogni in modo da abituarsi a questa pratica naturalmente. Nella fase finale di questo periodo si sviluppano i primi denti da latte,a questo punto il jackino e’ in grado di leccare i liquidi masticari cibi morbidi e scodinzolare,tutti fattori che ne aumentano la dolcezza.

PERIODO DI CONSAPEVOLEZZA

(3/4 Settimane) Inizia a mangiare senza succhiare e puo’ darsi che la madre inizi a scoraggiarlo dal cercare il latte.In questo periodo l’allevatore inizia ad offrirgli l’alimento per introdurlo all’alimentazione di cibi solidi.A questo punto e’ importante che il jack possa muoversi in un ambiente congeniale ,familiare, stabile per sviluppare le sue capacita’ sensoriali.

SOCIALIZZAZIONE INIZIALE

(4/8 settimane) Maggiore e’ la varieta’ di esperienze positive vissute dal cucciolo prima che raggiunga le 8 settimane,migliore sara’ il suo modo di affrontare la vita quotidiana nella sua nuova casa e nell’eta’ adulta.L’allevatore ne e’ consapevole e per questo lo aiuta a crescere abituandolo al contatto umano.Per prepararlo ad una vita senza la madre,il cucciolo dovra’ aver superato lo svezzamento passando dll’allattamento al cibo solido,e dovra essere diventatoto autossufficenta nel bere e nel mangiare.in questo periodo il jackino avra’gia’ abbaiato dato il primo morso ed avra anche capito cosa significa riceverli dai fratellini.E’necessario che il cucciolo si abitui ad essere tolettato e gurdato in bocca sin da piccolissimo.

COME PREPARARSI ALL’ARRIVO DEL JACKINO

Prima di portare il tuo cucciolo di jack a casa per la prima volta,e’ importante preparare un ambiente adatto e sicuro perche’ possa abituarsi alla nuova vita.ecco alcuni utili suggerimenti da rispettare,un po’ come con i bimbi: riporre tutte le sostanze ckimicke e detergenti fuori dalla sua portata,limitare gli accessi a piante pericolose per i cani come azalee,rododentri ,stelle di natale,tassi del giappone oleandri edera.nascondere o coprire i cavi elettrici per evitare cke li mastichi .Il cucciolo e’ curioso per natura ,proteggi le sue esplorazioni garantendo cke gli oggetti inappropiati o dannosi siano lontani dalla sua portata.

BENVENUTO A CASA

Il viaggio verso casa’ sara’ probabilmente stressante per il cucciolo che sta’ abbandonando la madre ed i compagni e non e’ probabilmente mai stato su una macckina prima d’ora, porta con te una gabbietta da viaggio adatta alle dimensioni del jack ruassell adulto in modo da ritrovartela quando sara’ cresciuto,essa sara ‘ per lui un ambiente di viaggio sicuro di riferimento,prima di partire passa qualche minuto con lui in auto e lodalo per la sua pazienza perche si abitui al nuovo ambiente.

DORMIRE MANGIARE

Scegli con cura il posto dove il tuo jack russell dormira’,se lasci cke sia lui a scegliere ,sara’ difficile poi fargli cambiare idea.scegli quindi un’area adatta con un giaciglio comodo,dovrai poi pensare ad un luogo dove possa mangiare ,fornendogli le ciotole del cibo e dell’acqua .

GLI OGGETTI UTILI

Per diventare un buon adulto il tuo jack russell terrier ha bisogno del tuo affetto e di pochi accessori indispensabili.Alimentazione bilanciata di qualita’ per cucioli io consiglio le crocchette,bocconcini da usare per l’addestramento sottoforma di premio ,ogni quando il cucciolo obbedisce,ciotole antirovescio,collare regolabile e guinsaglio lungo 2 metri,trasportino da viaggio.

L’ADDESTRAMENTO

Il cucciolo ha bisogno di limiti precisi e coerenti e devi iniziare a insegnargli l’obbedienza non appena arriva a casa. L’addestramento deve essere divertente e perche’ sia cosi’ sono necessarie piu’ sessioni di breve durata.adotta delle rouitine coerenti,importanti per aiutare il piccolo a fidarsi di te e fai in modo che tutti i familiari utilizzino gli stessi segnali per rassicurarlo e non confonderlo.Premia i comportamenti positivi e incoraggiali,piuttosto che punirlo con la forsa fisica,alimenta un legame piu’ forte,il rispetto reciproco e la crescita di una relazione gratificante. A tre mesi il cucciolo inizia a rispondere al suo nome,puoi iniziare con l’addestramento di base e con esercizi per aiutarlo a capire comandi semplici come: vieni,seduto,aspetta e sdraiato.Sii paziente e coerente,il cucciolo si distrae facilmenta e ha bisogno di tempo per capire cosa gli viene chiesto,esercita la ripetizione in un ambiente calmo eusa il riforzo positivo.

SEDUTO

Tieni in mano una piccola ricompensa,mettila vicino al suo naso(non lasciare che la porti via)alzala ai suoi occhi efagli sollevare il naso.IL corpo assumera’ naturalmente la posizione di seduto.Appena si siede premialo e lodalo usando il comando verbale SEDUTO.

SRAIATO

Tieni la ricompensa davanti al suo naso muovendola lentamente verso terra d’avanti alle sue zampe anteriori,cio’ lo incoraggera’ a sdraiarsi,non appena si sdraia dagli la ricompensa ,lodandolo e applicando il comando SDRAIATO.I metodi positivi e gratificanti cke hai impiegato possono essere rinforzati con un suono coerente, come quello di un clicker che aiuta a rafforsare la sua autostima e prendere la decisione giusta, imparera’ ad associare i buoni comportamenti con un suono piuttosto che basarsi sulle sole tue indicazione.

COMPORTAMENTI DI SFIDA

Con un po’ di addestramento il cucciolo rispondera’ al suo none e ai comandi base come “seduto”o “sdraiato”.Tuttavia con l’avvento dei cambiamenti ormonali ,potra’ sembrare che si ribelli e dimentichi aspetti obbedienti sviluppati di recente.in questo periodo:non insegnare nuovi comandi,rimani calmo e paziente rinforzando i comandi che ha imparatofin ora,sii coerente e deciso e rinforza delicatamente i confini,preparati ad ignorare il cucciolo per un breve periodo fino a che non impara a comportarsi bene.Loda sempre il comportamento desiderato per rinforsarne l’effetto.

IL GUINZAGLIO

Il cucciolo e’abituato al collare ma deve essere lentamente introdotto al guinsaglio.E’ buona idea iniziare in casa o in giardino,Metti delle ricompense nella ciotola e allontanala di qualche metro in modo che possa raggiungerla camminando insieme a te con lui al guinzaglio.Aumenta sempre piu’ la distanza della ciotola.Tieni una ricompenza in mano accanto al cucciolo e cammina tenendo il guinzaglio morbido per incoraggiarlo a camminare in avanti tenendo la ricompenza come esca.Non lasciare che ti sottragga la ricompenza e premialo solo quando cammina nella posizione richiesta.Non tirare il guinzaglio perche’ il cucciolo potrebbe resistergli.

DA SOLO A CASA

Devi addestrare il jackino a sapersi gestire il tempo da solo poiche’ questa condizione fara’ parte della sua routine e’ importante che capisca cke anche se lo lasci solo tornerai da lui;  abituaòlo a prendere cnfidenza con la solitudine seguendo nel tempo questi piccoli accorgimenti.    Lascialo da solo per brevi periodi quando si trova in un altra zona della casa.  Esci e lascialo solo per alcuni minuti. Aumenta gradualmente questo periodo di tempo per fargli capire che tornerai.

IL MOMENTO DEL GIOCO

Il gioco e’un buon modo di addestrarlo e di legarlo a te in maniera positiva e divertente ,ma ricorda che i giochi influenzeranno i suoi comportamenti futuri. I piu’ efficaci sono i giochi calmi e regolati da te. Presta attenzione a non creare un’atmosfera competitiva,evita di prendere in giro il cucciolo o muovere le dita davanti al suo musettoper incoraggiarlo amordrti, la lotta non e’ un gioco consigliato,usa solo giocattoli specifici per cani,in modo che siano sicuri per il cucciolo.non usare oggetti ad uso umanopotrebbero non essere sicuri.Inoltre il cucciolo non e’ in grado di riconoscere una cosa preziosa da cio’ che non lo e’. Puoi insagnargli a recuperare i suoi giocattoli,il jack russell e’ un tipo sveglio e impara presto.

IL RIPOSO

Per il suo sviluppo ottimale il cucciolo avra’ bisogno di dormire.Talvolta lo dovrai incoraggiare a farlo,quando pensi che stia per addormentarsi: mettilo nel suo giaciglio,concedigli qualche minuto perche ‘ si rilassi e lascialo nella stanza,quando chiudi la porta potrebbe piangere ,ignora questo comportamento,se e’ stanco  si mettera’ a dormire.

SOCIALIZZAZIONE(da 2 6 mesi)

All’eta’ di 3 mesi il suo cervelloe’ abbastanza sviluppato ed in gradodi imparare rapidamente benche la sua attenzione sia minima e si distragga facilmente. osserva il cucciolo e agisci in base ai suoi ritmi.Il tuo cucciolo si stanca facilmente,quindi tutte le esperienze devono essere frequenti e di breve durata.Quando gli presenti nuove persone e’ importante che queste esperienze siano positive,per fare in modo che il cucciolo crei un’associazione positiva con le persone lascia che gli diano una ricompensa.Chiarisci con i bambini che devono rispettare il cucciolo e non trattarlo in modo in’appropriato.

NUOVI SUONI E IL MONDO ESTERNO:

Le visite in luoghi affollati sono concesse,inizia introducendolo gradualmente a nuovi suoni e nuovi ambienti,trattalo sempre in modo positivo e gratificante  dando lui una ricompensa quando si comporta bene e aguzza le sue curiosita’ rispetto alle novita’ lo aiutera ad essere coraggioso anche se il jack russell in genere lo e’ di suo.

A GUARDIA DELLA PROPRIA CIOTOLA

Onde evitare che il cucciolo ti percepisca come una minaccia al propri cibo e’ importante abituarlo alla tua presenza durante i pasti. Inizia con lo stare accanto a lui quando mangia, quindi aggiungi per gradi dell’alimento alla ciotola con la mano e rimani accanto a lui.Quado e’ rilassato puoi sollevare la ciotola ed aggiungere altro cibo o una ricompensa.Allontanati dalla ciotola r riavvicinati aggiungendo altro cibo.Ripeti queste azioni regolarmente per rassicuralo che il suo cibo e’ al sicuro e che non deve temere le persone che si avvicinano.Lo aiutera’ non avere comportamenti imprevedibili in futuro.

MATURITA’ SESSUALE

L’adolescenza e la maturita’ sessuale saranno raggiunti da tuo jackino dai 7 ai 12 mesi,nonostante l’aspetto adulto lui e’ ancora un cucciolo e continuera’ ad esserlo per un po’,in questa fase avra ancora una ridotta capacita di concentrazione ed una scarsa tolleranza alla noia.

COMPRENSIONE E RICONOSCIMENTO

Tutto quello che il cucciolo ha imparato finora deve essere utilizzato per continuare la crescita e lo sviluppo , e prevenire la noia,puoi intensificargli l’addestramento e insegnargli a recuperare gli oggetti,camminare al guinsaglio e rispondere ai comandi base,ma ricorda cke il suo corpo sta’ crescendo ed un ‘eccessiva attivita’ fisica potrebbe danneggiare ossa e articolazioni,poiche non sono ancora pienamente formate.il cucciolo e’ adesso ,in grado di rimanere seduto quando ti allontani,e guardarti in viso quando ne richiami l’attenzione. Ha migliorato le capacita’ di ascolto e riconoscimento al punto di disotinguere i nomi dei componenti familiari e trovare gli oggetti nascosti.

CONTROLLO SENZA GUINZAGLIO

Prima di lasciare il cane senza guinzaglio ,devi essere certo che il tuo jackino sia in grado di obbedire alle istruzioni,rispondere al suo nome e tornare quando lo chiami,inizia ad abituarlo a questi comandi a casa dove non e’ distratto dagli altri cani e odori,aiutati sempre con delle ricompense.Quando gli togli il guinzaglio chiamalo piu’ volte e non solo prima di rientrare ,altrimenti assocera’ la chiamata alla fine del suo divertimento.

COMPORTAMENTI SBAGLIATI

L’adolescenza lo rende piu’ spavaldo,in questo periodo cominciano a manifestarsi comportamenti indesiderati come salti, traino del guinzaglio ,altri capricci.Risolvi subito il problema con comandi corretti, impartiti con voce chiara e inremovibile.Ricorda di rinforzare sempre i comandi,impartire comandi sporadicamente insegnera’ al cucciolo a obbedire sporadicamente.I cambiamenti ormonali che avvengono nel cucciolo prendono il sopravvento su buoni comportamenti che gli hai insegnato, e per quanto frustrante questo e’ un meccanismo che fa parte delle regole. Il tuo lavoro non e’ stato inutile,ma dovrai continuare con l’addestramento di base e rinfrescargli la memoria sui comportamenti accettabili,non tentare di insegnargli nuovi comandi in questa fase (da 7 a 12 mesi)

GRAVIDANZA E PARTO

Se abbiamo una femmina

La cagna e’ sana e in buona forma ? Ha gia’ l’eta per affrontare una gravidanza?(18 mesi)Ha ancora l’eta giusta ?(meno d 6 anni)Ce la sentiamo di avere in casa una banda di scapestrati che sporcheranno da pertutto,,giocheranno da pertutto e tenteranno di rosicchiare qualunque cosa? Abbiamo una idea precisa su dove  sistemare i futuri cuccioli?

Se abbiamo un maschio

Il cane e’ sano e in buona forma ? Ha l’eta’ giusta per diventare un riproduttore(14 mesi) Se una sola risposta a queste domande e’ no e’ meglio rimandare\evitare l’accoppiamento.Un allevatore avrebbe aggiunto una uleriore domanda;il cane e’ bello ,tipico in grado di dare un buon contributo alla razza? Anche il privato teoricamente sarebbe tenuto a porsi tale domanda ,ma qui’ andiamo  a rischiare di peccare in cavillosita’ primo perche al suo padrone sembrera sempre il piu’ bel cane del mondo, secondo perche ‘il mondo non e’ solo dei belli e deve esserci spazio per tutti l’importante e’ che i cuccioli vengano venduti ad un giusto prezzo e non su cerchi di farli passare per futuri campioni.

Se abbiamo deciso per il “no”

Se abbiamo una femmina : Il sistema migliore per impedire ad una femmina di accoppiarsi e’ di tenerla sottocontrollo,anticoncezzionali e pillole sono ancora in fase di studio nel mondo canino,e quelli esistenti sono delle vere e proprie bombe ormonali che possono danneggiare il sistema riproduttivo della cagna.se il misfatto e’ gia’ avvenuto e’ possibile rimediare entro quattro giorni portando la cagna dal veterinario che le pratichera’ una iniezione abortiva.questa ha l’effetto di far ricomparire quasi immediatamente il calore,quindi bisognera’ aumentare la vigilanza per impedire ulteriori accoppiamenti.Attenzione questa sorta di pillola del giorno dopo non puo’ essere usata abitualmente la dose di ormoni e ‘ molto elevata e non fa’ certo bene quindi non bisogna abusarne.

Se abbiamo un maschio

Dobbiamo cercare di evitare le sue fughe d’amore impedendogli di girovagare libero,non si deve pensare che il maschio abbia il diritto di ingravidare tutte le femmine che trova,si tratta di un comportamento incivile che contribuisce ad alimentare il gia’ grave fenomeno del randagismo,e non pensiamo che un cane piccolo abbia mono possibilita’ di uno grande di combinare “misfatti”.Quando e’ sotto l’iflusso dell’amore il jack russell si inventa di tutto pur di riuscire nello scopo.

IL CALORE

Il ciclo sessuale sella femmina attraversa diverse fasi ,essa accetta il maschio solo durante l’estro il cui inizio si manifesta con delle perdite di sangue che nel caso del jack russell  potrebbero anche passare inosservate prche di minima entita’.per questo bisogna controllare

soprattutto la vulva,che presenta un rigonfiamento durante il calore.Nella fase iniziale la cgna non accetta l’accoppiamento,intorno al nono decimo giorno le perdite divengono piu’ chiare ,attenzione il calore non sta’ finendo al contrario,e’ da questo momento che la cagna comincia ad accettare il maschio.I giorni fertili solitamente sono quelli che vanno dal 10″ al 14″  giorno contando dall’inizio delle perdite ematiche,se la cagna vive in casa sara bene in questo periodo farlre indossare unpaio di mutandine igeniche si trovano in tutti i petshop hanno il solo scopo ti tener puliti i pavimenti ,non si pensi servano a qualcosa contro l’impeto di un maschio che riesce a strapparle velocemente.

 L’ACCOPPIAMENTO

Se è stato programmato un accoppiamento, specie se si deve compiere un lungo viaggio per far coprire la cagnolina da un riproduttore particolarmente interessante, conviene far eseguire dal veterinario lo striscio vaginale e/o il conteggio ormonale, per conoscere esattamente i giorni fertili. Se il maschio abita vicino a  noi, si possono semplicemente lasciare insieme i due cani per un paio di giorni: la natura penserà al resto!Quando arriva il momento giusto, la cagnolina dovrebbe accettare il maschio senza problemi: ma alcune femmine(specie guelle molto viziate)fanno storie ae non vogliono saperne. In questo caso sarà opportuno tenere ferma la cagnolina, per evitare che morda il maschio o che lo scoraggi, specie se il maschio è molto giovane.

LA GRAVIDANZA

La gravidanza dura 62-63 giorni:per il primo mese non si dovrà fare assolutamente nulla, perchè la cagnolina deve mantenere il suo ritmo di vita abituale.Puo’ correre giocare,allenarsi come senpre senza neanche dover cambiare alimentazione,se si vuole sapere in anticipo il n dei cuccioli alla terza settimana si puo’ fare una ecografia che chiaramente ci dira se la gravidanza evolve bene.Al secondo mese la canuzza iniziera’ad ingrossare ,nel senso che le iniziera una pancetta rotonda che andra ‘a crescere fino al parto e cambiera anche il suo carattere ,diverra’ piu’ tranquilla e pigra,restando piu’ volentieri nella sua cuccia occorrera aumentare la razione giornaliera’ del 15 % al 40 esimo gg e del 30% quando sara’ vicina al parto.Sara’ bene integrare l’alimentazione con un po’ di formaggio ed aggiungere del calcio alla sua normale razione ma senza esagerare.I segni dell’imminenza del parto possono essere diversi ,la canuzza inizia a preparae la tana strappando pezzi di stoffa e tutto cio’ che trova,e raspando il fondo della cuccia,alcune lo fanno soltanto una settimana prima del parto altre quando il parto e’ prossimo.L’unico segnale veramente attendibile e’ il drastico abbassamento della temperatura di un grado c . e cioe’ il passaggio dai normali 38 gradi ai 37 ,Prepariamoci e’ arrivato il momento!!.

LA SALA PARTO

Una decina di giorni prima bisognera’ allestire una sala parto e cominciare a farne capire lo scopo alla futura mamma .Se non lo facciamo in tempo la jackina pensera di poter partorire nel nostro letto.Date le piccole dimensioni sara’ sufficente una cassettina di plastica o legno o cartone della lungezza della canuzza,la cassetta andra corredata di stracci e pezzi di gionale il tutto ridotto in piccoli pezzetti in modo che nessun cucciolo abbia la possibilita di rimanere imprigionato in uno straccio troppo grosso.La cagna fara sicuramente ,raspando e mordendo ,del suo meglio ma assicuriamoci comunque che tutto sia ridotto veramente ai minimi termini.Teniamo pronti alcuni panni di scorta ,mamma e cuccioli dovranno restare in sala parto per almeno 15 gg,e questa deve essere sempre pulitissima,gli stracci presenti al momento del parto saranno inutilizzabili,impregnati di sangue e liquidi amniotici.a parto concluso andranno quindi sostituiti con un unico panno morbido,da tenere bene ai lati per evitare che i cuccioli vi si infilino sotto,per fissarlo al pavimento si potra’ utilizzare del nastro biadesivo molto forte.Se il periodo e’ molto freddo meglio procurarsi una copertina termica da tenere sotti i cuccioli e la mamma dopo aver eliminato tutte le deiezioni del parto e lavato e disinfettato con disinfettante atossico la cuccia.

IL PARTO

la maggiorparte delle jack riesce a partorire naturalmente,pero’ quando il parto si avvicina e’ sempre bene mettere in preallarme il veterinario che si terra pronto ad intervenire in caso di bisogno.Inutile farlo intervenire appena si rompono le acque,per eccesso di scrupolo:la presenza di un estraneo innervosirebbe la partoriente.lasciamo fare alla natura e chiamiamo il medico soltanto se qualcosa non va’.Quando inizia il parto quasi tutte le jack sono felici di avere accanto il padrone,ma la nostra presenza deve essere discreta e rassicurante non ossessiva.Stiamole accanto ed osserviamo in silenzio senza agitarci,lei sentirebbe il nos nervosismo e potrebbe agitarla inutilmente.Il nostro ruolo dee essere quello di spettatori pronti ad intervenire in caso di necesita ‘,NULLA DI PIU’.Se la femmina e’ alla prima cucciolata e capiamo che ha bisogno di rassicurazioni sediamole accanto e accarezziamola facendole coraggio,ma senza esagerare.Infondo il parto e’ un evento del tutto naturale anche se poco gradevole.Se tutto va bene tra la rottura delle aque ed il primo cucciolo passera’ una mezzora un ora,lo stesso intervallo all’incirca passera’ tra un cucciolo e l’altro,se invece passano piu’ di tre ore sara’ bene chiamare il veterinari soprattutto se la canuzza da’ segni di sofferenza,controlliamo la posizione dei cuccioli quando appaiono dalla vulva se di testa con gli arti anteriori distesi in avanti va’ tutto bene,va ‘bene anche la posizione podalica che nel cane non genera grossi problemi,possono esserci invece difficolta’ se appare solo latestasenza gli arti che il cuccilo ha rivolti indietro o lateralmente e possono creare un intoppo,o se appare una sola zampina ,in questo caso se le spinte della madre non ottengono risultato possimo darle una mano.Indossimo un paio di guanti asettici del tipo chirurgico e proviamo ad assecondare le spinte della canuzza ,ma non tiriamo mai con forza perche potremmo uccidere il cucciolo.Al massimo possiamo provare a ruoterlo a destra ed a sinistra ma molto lentamente e dolcemente cercando di eliminare l’intoppo creato dalla posizione scorretta degli arti se non ci sono risultati non insistiamo e chiamiamo il veterinario.Il cucciolo nasce avvolto nel sacco amniotico che la cagna subito lacera  ed ingerisce ,ingerira’ anche la placenta, e’ tutto naturale e non le fara’ alcun male .Dopo aver rotto il sacco la canuzza comincera’ a leccare il cucciolo con forza per farlo respirare il neonato probabilmente reagira’ con un piccolo strillo che e’ segno di buona salute e di vigore neonatale.Alcuni cuccioli no piangono ,anche in tal caso non dovremmo preoccuparci ma osservare il cucciolo per vedere se dondola la testa lateralmente,se lo fa’ significa che e’ gia’ in cerca delle mammelle,quindi e’ un tipo silenzioso ma pienamente vitale.Manmano che vengono asciugati e stimolati tutti i cuccioli cominceranno a dirigersi decisi verso le mammelle, a questo punto potremo andarcene lasciando in pace la nuova famiglia,poiche la jack sara’ indaffaratissima e non si accorgera’  quasi piu’ di noi.Dopo un’ oretta potremmo fare una visita alla canuzza dandole un po’ d’acqua e accertandoci che stiano tutti bene.Non diamole ancora cibo non ne ha bisogno (le placente ingerite costituiscono un pasto ricco di proteine)e probabilmente lo rifiutera’ in questo momento ha cose piu’ importanti a cui pensare.Quando i cuccioli saranno sazi e si metteranno a dormire mettiamo il guinzaglio alla cgna e portiamola a sporcare,non vorra venire ,ma dovremo insistere,ora potremo offrirle un po’ di cibo o meglio ancora un litro di latte,se lo rifiuta non insistiamo il giorno dopo controlliamole la temperatura se ci fosse un rialzo chiamiamo il veterinario.E fin qui’ abbiamo visto come lavora una mamma esperta e premurosa:talora pero’ specie se la cagna e’ primipara puo’ dimenticare q’alcosa,per esempio potrebbe non rompere il sacco amniotico e non tagliare il cordone ombelicale,in questo caso provvederemmo noi.Il sacco va’ semplicemente lacerato con le dita a partire dalla testa per far respitare il cucciolo,il cordone anche si puo tagliare con le dita,premendo poi per qualche secondo sulla parte che resta attaccata al cucciolo(la lungezza sara’ di un paio di centimetri affinche i vasi sanguigni si richiudano.Se non siamo sicuri sel risultato usiamo un paio di pinze chirurgiche sterili che ci saremo procurati in precedenza.Attenzione ad eseguire la corretta seguenza:prima aprire il sacco poi tagliare il cordone in caso contrari il cucciolo respirerebbe il liquido amniotico e potrebbe annegare

 CHE COSA E’ L’IMPRINTING

Con questo termine in etologia si indica una tappa fondamentale dello sviluppo psichico che riconoscera’ come conspecifici solo gli esseri a 2 o 4 zampe con cui avra’ avuto stretti rapporti nel periodo che va’ dalla quarta settimana alla settima di vita,se questo non avviene in questo periodo c’e’ il rischio che i canuzzi non potranno piu’ essere educati i.,e socializzeranno difficilmente con l’uomo. 

Lo sviluppo dei cuccioli e’ rapidissimo,se alla nascita sono completamente cechi e sordi tre settimane dopo giocheranno gia ‘tra loro e con la mamma ,a partire dalla quarta settimana dovremo cominciare a dare l’imprintig,sedendoci in mezzo a loro e facendoci annusare,toccare,in una parola conoscere.

Dopo il mese di vita i cuccioli non resteranno nella sala parto,cominceranno a giocare per tutta la casa con risultati facilmente immaginabili.Per limitare i danni sara’ bene munirci di recintini che andremo ad allocare nella stanza a loro adibita.Cospargendo il pavimento di fogli di giornale.

IL Jack russell terrier in famiglia

Il jack russell terrier non nasce come cane da compagnia,lo e’ diventato nel tempo ma non nasce con questo scopo,lui e’ un terrier con il carattere il coraggio e nella necessita’ l’aggressivita e la tempra forte di tutti i terrier.certamente oggi e’ un cane che vive soprattutto in famiglia.che divide con noi ogni momento,che gioca con i bambini e cosi’ via ,ma non ceve divenire il peluche  di casa perche diventerebbe ben presto isterico e nevrotico,l’importante e’ tenere sempre in considerazione che il jack russell e’ comunque un canuzzo da rispettare ,il jacuzzo non e’ un peluche e non un oggetto decorativo ,e’ un animale sociale intelligente con precise esigenze psicofisiche.Ha bisogno di attenzioni non di iperprotettivita’ha bisogno di giocare e di correre non di essere tenuto sotto una campana di vetro,ha bisogno di essere alimentato correttamente non di vivere sotto una campana di vetro,ha bisogno di contatto anche fisico con il padrone,non di vivere in braccio al padrone,consideriamolo cane e lui si sentira’ appagato e felice,libero di essere se stesso,trasformiamolo in un giocattolo o in un figlio e lui giustamente si sentira leso nella sua dignita’di “lupo” reagendo di conseguenza

AUSTRALIANO O INGLESE

Il jack russell terrier nasce in inghilterra ed ha al suo attivo delle caratteristiche importanti selezionate a cura del reverendo Jon Russell:e’ un canuzzo che deve avere moltissime qualita attitudinali per riuscire a svolgere un certo lavoro per aiutare il suo padrone a stanare istrici e tassi ,animali estremamente mordaci ,il piccolo jack deve pertanto cercare ,la tana del selvatico ed scavando se necessario entrare in essa e stanare letteralmente il padrone di casa ,si evince facilmente che questo piccolo terrier deve avere un naso ed un coraggio  non ordinario ,in effetti siamo in presenza (considerando la mole)di uno dei piu’ coraggiosi cani ,purtroppo in europa ,il canuzzo,mantiene si le sue caratteristiche caratteriali ,per altro anche un poco alterate ,il canuzzo nel trascorrere degli anni qui’ in europa vine un po’ manipolato geneticamente ed il suo aspetto fisico  ne risulta un po’ alterato  ed anche caratterialmente i suoi comportamente sono distanti da un buon equilibri. In australia il jack russell viene invece selezionato gia’ da molti anni ed le sue caratteristiche originali si cerca di mantenerle piu’ intatte possibili ,caratterialmente vengono sempre selezionati i sogetti piu’ equilibrati e i risultati nel corso di oltre 50 anni di selezione vengono ormai ammirati in tutto il mondo sia morfologicamente che a livello di equilibrio il jack russell con discendenze australiane puo’ definirsi un cane perfetto anche per conpagnia ,amico degli umani e se necessario con una marcia in piu’ per il lavoro acui era stato destinato in origine . Mi piace pensare che questo piccolo canuzzo abbia in se’ talmente tante qualita’ da farlo sembrare il migliore dei risultati cinofili in assoluto.

E’ CORRETTO SOMMINISTRARE CALCIO E VITAMINE?

Di norma questa abitudine e’ inutile se non addirittura dannosa,un’alimentazione completa ed equilibrata contiene,per definizione tutto cio’ di cui il cane ha bisogno,come dovrebbe essere in tutti gli alimenti in commercio che dovrebbero contenere per LEGGE tutti i microelementi e le vitamine necessarie ,un eccesso di vitamine in particolare A e B ,o di calcio puo’ provocare dei problemi di salute ed un alterato sviluppo delle ossa.Oggi non si vedono piu dei problemi legati alla carenza di calcio mentre sono frequenti quelli legati ad un suo eccesso,se facciamo rigferimento ad un’alimentazione casalinga  e’ piu’ difficile ottenere un’alimentazione completa e bilanciata al 100%,ma in ogni caso si deve cercare di bilanciare al meglio la composizione della razione per renderla piu’ bilanciata  piuttosto che aggiungere vitamine e calcio ad una dieta squilibrata. IO PERSONALMENTE   con tutti miei cani sto ‘ adottando una dieta molto efficace chiamata dieta  BARF invito tutti coloro che desiderano nutrire al meglio il loro amico a prendere magari su internet tutte le info su questo tipo di dieta .

Un cane anziano che ha perso tutti i denti puo’ ancora mangiare?

Certamente, non ha bisogno di strappare e lacerare pezzi di carne dalla preda,dal momento che riceve cibo pronto dalla sua ciotola gia’ ridotto in piccoli pezzi o in crocchette.

Perche ‘certi cani mangiano le proprie feci?

Non e’ ancora chiaro perche ‘certi cani mangiano le proprie feci o quelle di altri animali,ed una delle possibili spiegazioni e’ la noia o il desiderio di attirare le attenzioni del proprietario .Se poi si instaura un comportamento sistematico per evitare che continui si puo’ provare a cospargere le feci di sostanze repellenti come peperoncino o pepe in modo che associ alla loro ingestione un’esperieza sgradevole.L coprofagia per quanto disgustosa non e’ particolarmente disgustosa non e’ pericolosa per la salute,ma puo’ aumentare il

rischio di contrarre parassiti intestinali.

Fa’ male dare al nostro jack russell dei bocconi dal nostro piatto?

Fa malissimo dal punto di vista educativo se lo facciamo,mentre stiamo mangiando ed il jackino e’ ai nostri piedi,perche e’ come se lo incoraggiassimo a mendicare il cibo, cosa che impara alla svelta ma che poi e’ difficile da correggere.Per evitare questo comportamento non si deve mai iniziare ad allungare bocconi dal nostro piatto,e mai cedere alle richieste del nos jack,se ci lasciamo impietosire dai suoi comportamenti ,anche solo saltuariamente,non faremo altro che incoraggiare questo comportamento,il cane imparera che a forza di insistere alla fine riuscira ad ottenere cio che vuole,se non riusciamo a resistergli mentre siamo in cucina a preparare il cibo ,allora sara’ bene allontanarlo da questa stanza ,ricordate :perche ‘il jack rispetti la nostra autorita’ occorre essere coerenti e rigorosi.Questa abitudine e’ sbagliata anche perche non permette di calcolare bene la razione  e predispone il cane all’obesita’.Inoltre i nostri cibi spesso sono troppo salati o dolci ,o speziati per lui,e non sempre costituiscono un’alimentazione adeguata.Se eventualmente avanzasse del cib giusto per lui lo metteremo da parte e glielo daremo all’ora del suo pasto, dopo che avremo terminato di mangiare ,in questo modo in ‘oltre rafforzeremo il concetto che siamo noi i capobranco,”il capobranco mangia sempre per primo”.

Come orientarsi nella scelta degli alimenti commerciali.

Per decidere se un cibo per cani e’ buono non possiamo basarci ne sull’etichetta,ne sulla publicita’,ne sul gradimento manifestato dal jack,ma sul prezzo e soprattutto sull’elenco degli ingredienti.La bonta di un alimento dipende dalla qualita delle materie prime con cui e’ fatto,per cui un primo criterio di scelta e’ il prezzo,nessuno garantisce che un alimento costoso sia anche buono ,si si puo’ dare per certo che uno di basso prezzo non sia anche di alta qualita’poiche dovra’ necessariamente essere prodotto con materie di scarsa qualita’ e quindi piu’ economiche.Uno dei fattori che influisce piu’ sul prezzo e’ la carnre che nei prodotti piu’ economici viene sostituita da farine varie(anche di cereali e sottoprodotti industriali.Se nella lista degli ingredienti,vediamo al primo posto “vera carne “il prodotto e’ di buona qualita’.Molte ditte producono alimenti differenziati in base alla taglia(piccola,media,grande,gigante)ed all’eta’ (cucciolo senior,adulto,cani anziani)e questo e’ ovviamente un valido criterio di scelta.Noi personalmente nel nostro allevamento utilizziamo un’ altro tipo di alimentazione che a nostro avviso consente ai nostri jack russell di vivere piu a lungo e piu’ in buona salute ,utilizziamo la ormai nota dieta BARF ,se interessati potete fare una ricerca su internet e tonare ad una alimentazione il piu’ naturale possibile per il vostro caro amico .

Cambio di alimentazione

Se vogliamo passare da un tipo di alimentazione ad un altro(dal cibo casalingo alle crocchette,o dalle scatolette al cibo casalingo per esempio)occorre procedere con gradualita’.evitando i cambi bruschi che potrebbero causare disturbi intestinali o diarrea.Il nuovo alimento dovra’ essere somministrato all’inizio in piccola quantita’,mescolato al solito cibo,nell’rco di ona settimana si aumenta gradualmente il nuovo cibo fino a sostituire del tutto il vecchioalimento.Questo sistema e’ valido anche se voliamo sostituire un alimento nuovo che il jack magari gradisce poco ,come voler passare da una marca di crocchette ad un’altra di qualita’ superiore,o ad una di tipo dimagrante.

E’ preoccupante se aumenta la sete?

Il maggior consumo di acqua puo’ essere normale se fa’ molto caldo o se si passa da un alimento umido ad uno secco,Puo’ pero’ essere anche correlato ad importanti malattie come per esempio infezioni dell’utero ,insufficenza renale epatica diabete ,in caso di dubbio e’ meglio rivolgersi al veterinario che ricorrera ad esami del sangue e delle urine per comprendere la causa del problema.

Gli alimenti per gatti possono essere dati al cane?

Gli alimenti per gatti non sono assolutamente indicati contengono troppi grassi e troppe proteine e con il tempo gli causerebbero problemi di salute.Sono anche piu’ saporiti e spesso i cani li preferiscono al loro cibo se hanno la possibilita’ di scegliere.Se si possiedono dei gatti bisogna fare in modo che il tuo jack russell non abbia accesso al loro cibo.

Che alimentazione e’ consigliabile in caso di diarrea lieve?

Se il veterinario non ha prescritto un periodo di digiuno si deve fornire una dieta molto digeribile costituita da riso ben cotto e carne macinata.

E’ necessario comprare degli alimenti diversi?

Se forniamo un alimento completo non e’ assolutamente necessario aquistare alimenti sempre diversi ,questa e’ una necessita’ tipica in natura soltanto dell’uomo,non del cane.Se il cane sembra stanco del solito cibo significa che non ha abbastanza fame o lo stiamo nutrendo troppo.Il detto”la fame e’ il miglior condimento “vale anche per i cani.

CNSIGLIO ALIMENTARE

Dopo avervi consigliato sui cibi in commercio,voglio dirvi come alimentiamo i nostri jack russell , nel nostro allevamento utilizziamo per tutti i nostri jack russell gli accorgimenti di una dieta sana che riporti il cane al primordiale e possa nutrirsi il piu’ naturalmente possibile tenendo abada le malattie e rendendo i nostri amici piu’ longevi.Si tratta della ormai nota dieta BARF potete accedervi facendo una ricerca su internet ,basta inserire su google “dieta barf  cani”,fatelo ed il vostro jack vi ringraziera’.

ALCUNE MALATTIE

L’atopia

L’atopia e’ una forma di allergia causata da sostanze presenti nell’aria e nell’ambiente,polvere, muffe, pollini ,acari della polvere.Queste stesse sostanze sono responsabili in noi umani del raffreddore allergico.Il cane reagisce in modo diverso da noi ed anziche starnuti e lacrimazione manifesta prurito alla pelle il prurito puo’ essere cosi’ intenso che il cane arriva a crearsi delle piaghe,che in seguito si infettano.Alcuni tipi di allergeni come certi pollini sono stagionali ed allora noteremo che il cane ha dei pruriti sempre nelle stesse stagioni,altri allergeni come acari della polvere sono presenti tutto l’anno e causano una  condizione di prurito cronica.La diagnosi non e’ facile poiche ‘ molte altre condizioni possono causare prurito:allergia alle pulci allergia alimentari,infezioni della pelle parassiti.La distribuzione delle zone in cui il cane ha prurito, ed il periodo stagionale possono essere indicative nel determinare la causa del problema,per una diagnosi piu’ accurata si possono eseguire degli esami intradermici come nelle persone ,test eseguiti per cercare di identificare la sostanza responsabile dell’allergia e creare un apposito vaccino.In molti casi sono utili sostanze che riducono l’infiammazione cutanea,quali antistaminici ed acidi grassi,i cortisonici sono molto efficaci ma vanno usati per brevi periodi poiche ‘possono produrre effetti collaterali.Un sollievo immediato per il prurito lo possono dare dei bagni medicanti a base di sostanze emolienti e antipruriginose.Il controllo dell’atropia non e’ semplice , che collaborino proprietario e del veterinario per alleviare il piu’ possibile questa fastidiosa condizione.

Allergia alimentare

Un cane puo’ improvvisamente diventare allergico ad uno dei componenti dlla sua dieta alimentare.Che improvvisamente inizia a dargli problemi,la manifestazione piu’ comune e’ il prurito cutaneo,analogamente all’atopia,dalla quale non e’ facile differenziarla.Se sospetta un’allergia alimentare il veterinario prescrive una cosi’ detta dieta di eliminazione.Somministrando al jack alimenti che il cane non ha mai mangiato e con i quali quindi non puo’ aver manifestato allergia.Questa dieta deve essere somministrata per uno o due mesi in modo assolutamente esclusivo,senza bocconcini extra che possono invalidare la prova,al termine del periodo di prova si valuta il miglioramento ottenuto,se i sintomi sono scomparsi si somministrano uno alla volta i vecchi alimenti per identificare quello che scatena l’allergia,che potra in seguito essere evitato prevenendo l’insorgenza dell’allergia alimentare.

Il colpo di calore

I cani non sono in grado di sudare come fanno le persone per abbassare la loro temperatura corporea quando fa’ molto caldo.Essi controllano la loro temperatura ansimando il che provoca l’evaporazione di acqua dalla lingue e quindi il suo raffreddamento.In un ambiente molto caldo privo di ventilazione,questo meccanismo non e’ piu’ sufficente e l loro temperatura puo’ alzarsi tanto da causare collasso e shock ,e senza un trattamento adeguato puo’ sopraggiungere anche la morte in breve tempo.Il cane colpito e’ agitato ,anzioso ed ha le mucose arrossate,nei casi piu’ avanzati presenta convulsioni e coma.Il colpo di calore e’ un emergenza che richiede una immediata visita veterinaria,per il trattamento dello shock e un abbassamento della temperatura corporea. Nel frattempo si puo’ intervenire bagnando il cane con aqua fresca (non fredda) o alcol.Per prevenire il colpo di calore e’ indispensabile non lasciare mai da solo il cane in macchina anche se parcheggiata all’ombra,se il sole girando colpisce la macchina puo’ trasformarla  rapidamente in una trappola mortale.Durante le girnate molto calde e umide il cane va ‘ sempre collocato in zone ombreggiate e con almeno un minimo di ventilazione.

Il criptorchidismo

Nel feto di sesso maschile i tesricoli si formano all’interno dell’addome ed in seguito discendono nello scroto.Normalmente i testicoli nelmomento della nascita e nel periodo successivo sono gia’ presenti nello scroto ma in alcuni casi la loro discesa avviene piu’ tardi.Se tuttavia dopo 5 o 6 mesi sono ancora ritenuti nell’addome o al livello dell’inguine essi non scenderanno piu’.Si parla in questo caso di criptorchidismo.Il criptorchidismo puo’ riguardare tutti e due i testicoli ed in tal caso il cane e’ sterile,oppure uno solo ed in tal caso il cane e’ fertile.Non esistono farmaci in grado di rimediare a tale male.I cani criptorchidi devono essere castrati poiche ‘tendono con maggiore possibilita ‘a contrarre iltumore ai testicoli,i cani affetti non possono partecipare a mostre canine.